Documentario “Tra fascismo e Resistenza – c’era una volta Villar Dora”

Documentario “Tra fascismo e Resistenza – c’era una volta Villar Dora”

Sabato 3 luglio 2021 il Gruppo Culturale Villardorese ha presentato il documentario di René Baratta “Tra fascismo e Resistenza – c’era una volta Villar Dora” al Centro sociale di Villar Dora.

Il filmato, diviso in due capitoli, affronta nel primo tempo le vicende ed il contesto sociale del periodo del fascismo a Villar Dora, che vide fra l’altro la soppressione del comune e l’unione con Almese.

Il secondo tempo è invece dedicato al ricordo del periodo della guerra e della Resistenza.

Nel filmato sono presenti numerose testimonianze, fra cui quella di Uberto Franchino, memoria storica del paese, e di Angelo Brunatto, ultimo Partigiano di Villar Dora recentemente scomparso.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la sezione ANPI “Mario Jannon”, il Comitato Resistenza Colle del Lys, la Pro Loco di Villar Dora e con il patrocinio del Comune di Villar Dora.

Nota biografica sull’autore

René Baratta, nato e residente in Francia, ha però profonde radici villardoresi e piemontesi. Suo padre, Renato, infatti, lasciò Villar Dora negli anni Trenta del Novecento per cercare lavoro in Francia e sua madre, Fernanda Oddone, era figlia di un torinese, comunista emigrato anch’egli in Francia per sottrarsi alle angherie dei fascisti. Bambino ha trascorso vari periodi nel nostro paese, presso i nonni materni. Per questo parla benissimo il piemontese.

Dagli anni Ottanta del secolo scorso, René è regista e produttore di film-documentari sui temi delle condizioni di vita e di lavoro nei più diversi contesti. Ha anche affrontato, nei suoi lavori, i problemi dell’inserimento sociale e professionale dei giovani e delle persone più anziane.

René utilizza le potenzialità dei video come strumento per indagare le condizioni di lavoro. Non per realizzare film nel senso classico del termine, ma per fornire, con questo mezzo, a lavoratori, imprese ed operatori sociali un quadro delle situazioni esistenti, facilitandone la presa di coscienza da parte di tutti gli attori e la loro messa in discussione finalizzata a trovare le vie di possibili miglioramenti.

René Baratta ha collaborato con enti pubblici, istituti di ricerca, sindacati e associazioni ed ha tenuto corsi in diverse università francesi, insegnando l’utilizzo dei mezzi audiovisivi sia nella ricerca nel mondo delle imprese sia nell’ambito scienze sociali in generale. Ha poi pubblicato vari articoli sulla comunicazione e la ricerca sul mondo del lavoro.

Per la sua attività ha ricevuto vari riconoscimenti, in particolare il primo premio del Festival Audiovisuel de l’Economie sociale e quello per il miglior programma culturale al Festival International des Télévision Locales.

Da qualche anno si dedica particolarmente alla realizzazione di filmati relativi a tematiche culturali.

Il lavoro che segue rientra in questa sua più recente fase di attività. E’ l’opera di una persona che riflette e illumina un periodo difficile della vita del nostro paese attraverso la testimonianza di chi ha vissuto quegli anni e ce ne ha tramandato la memoria. Un’opera che René vuole generosamente donare a tutta la comunità villardorese e che rimane anche un momento di ricordo di uno dei testimoni che vi si ascoltano, Angelo Brunatto, scomparso poco dopo il suo completamento.

Guarda il documentario:

“C’era una volta Villar Dora” – prima parte (il fascismo)
“C’era una volta Villar Dora” – seconda parte (la guerra e la Resistenza)